Home

Figli della luna

Luca Vernacchio

Ettore Patrevita

 

 

Fronte Terra è un esercizio di corpi e sangue, una spinta costante verso margini dimenticati e mai arresi, un venirsi incontro a quattro occhi e quattro mani. Uno smarrimento partorito improvvisamente da una terra divisa e appesa ai respiri di chi resta nelle vene spezzate e ricucite con la saliva, di chi conosce le direzioni del vento e di come si tiene in vita un albero. Noi testimoni passeggeri di una frana che continua a mutare, a sussurarci che i petti che abitano in una morte hanno un’ amore intramontabile, un respiro di una vita nella vita.